Il frantoio ipogeo o trappeto del 1700 in valle Carbonara in zona Ombratico prende il nome dalla contrada " Ombratico" (ombra proiettata dalla montagna) affiancato da diverse case rurali con ipogeo e rappresenta l'ultima traccia che per secoli ha rappresentato la principale risorsa dell'economia locale di Mattinata e ultime tracce di una cultura settoriale del Gargano.

Il frantoio ipogeo del 1700 è situato all'interno dell'Azienda Agricola Olivicola Bio di Michele de Filippo, si accede con una via mulattiera lunga 200m, tra il camminare e il vedere nel contesto unico tra architettura rurale del Gargano e natura, rende il percorso particolarmente piacevole e suggestivo, offrendo al visitatore una molteplicità di vedute di grande fascino naturalistico: gli ulivi monumentali ,terrazzamenti formati da muretti a secco in pietra che accentuano la bellezza del paesaggio.

Della fiorente civiltà rurale del XVIII sec. ( visitabile all'interno) lascia ancora oggi osservare la tecnica, i ritmi e le metodologie di lavorazione dell'ulivo del 1700, utilizzato fino al 1954, caratterizzato da diversi spazi funzionali : ambiente per la molitura, ( macina a 4 ruote in pietra arenaria trainato da muli e asini ) gli ingranaggi in legno, il monaco, i torchi in legno, vasche di decantazione, stive, cucina, dormitori, stalla. All'interno oltre 100 pezzi della civiltà contadina agro-pastorale dislocati in 5 ambienti.

Durante le visite su prenotazione viene spiegato la tracciabilità degli oli d'oliva e mostra al visitatore come veniva prodotto l'olio d'oliva con la tradizionale pressa a vite in legno. Il frantoio ipogeo o trappeto è sempre aperto, bisogna prima contattare il titolare dell'Azienda via telefono, quindi accordarsi e prenotare la visita per entrare all'interno del frantoio ipogeo del 1700e osservare per la prima volta tutti gli strumenti e materiali originari per la produzione olearia dell'epoca. La visita prevede la degustazione di prodotti tipici : olio extra vergine di oliva Bio, mandorle, carrube e olive in salamoia.